rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Polizia locale

Controlli antidroga, nei negozi e sicurezza: tutti i numeri della polizia locale a Monza

Un anno impegnativo, segnato ancora dalle emergenze legate alla pandemia. E numeri in crescita in termini di controlli e servizi antidroga e

Più controlli, più interventi, più denunce e sequestri. In sintesi: più sicurezza. Sono stati presentati i numeri dell'attività della polizia locale di Monza durante il corso del 2021. Un anno ancora segnato dalla pandemia e dall'emergenza sanitaria che ha visto l'impegno degli operatori crescere. Servizi di pronto intervento, attività coordinate con le Forze dell’Ordine, identificazioni e ispezioni, sequestri di sostanze stupefacenti, denunce e arresti per spaccio, verifiche commerciali, edilizie e ambientali, controllo di aree sensibili e violazioni al Nuovo Regolamento del Codice della Strada. Queste sono le numerose attività svolte dagli agenti del comando di via Marsala guidati dal comandante Pietro Curcio.

"L'impegno per la sicurezza in città"

“Continua il nostro impegno per potenziare la sicurezza in città e i numeri lo dimostrano – spiega il sindaco Dario Allevi. La Polizia Locale svolge un lavoro fondamentale, non è semplice lottare contro gli spacciatori, frenare il degrado, contrastare gli atti vandalici. Per questo ringrazio personalmente e a nome di tutta l’Amministrazione Comunale gli agenti che mettono a rischio anche la propria incolumità personale in queste operazioni. Ma non solo. Siamo ancora in periodo pandemico, per cui, oltre al consueto lavoro, si è aggiunto quello dei controlli legati all’emergenza Covid-19. Tutte queste operazioni si sono rese possibili anche grazie al potenziamento dell’organico: nel 2021 infatti sono entrati in servizio venti nuovi agenti e questo dimostra quanto la sicurezza e la tutela dei nostri cittadini ci stiano a cuore”.

I numeri

Federico Arena, assessore alla Sicurezza, elenca i dati: “Nonostante il perdurare del periodo emergenziale, con la Polizia Locale continuiamo a potenziare gli interventi di sicurezza urbana”. Sono infatti tutti in crescita i principali indicatori rispetto al 2020: “I servizi di pronto intervento sono passati da 11.211 a 13.484 (+20,27%), le persone identificate e controllate sono passate da 9.954 a 13.268 (+33,29%), la quantità delle sostanze stupefacenti sequestrate è passata da 4.349,70 grammi a 8.657,06 grammi (+99,03%), le persone denunciate o arrestate per reati legati allo spaccio da 20 a 34 (+70%), i controlli delle aree sensibili da 2.386 a 3.186 (+33,53%), i pattuglioni serali da 16 a 29, da 532 a 1.102 (+107,14%) le infrazioni accertate al Nuovo Regolamento di Polizia Urbana".

“Prioritarie sono la tutela della sicurezza e l’incolumità dei nostri cittadini. I risultati ottenuti lo scorso anno sono certamente frutto sia dell’azione singola che di quella congiunta tra le Forze dell’Ordine, che lavorano con competenza e dedizione sul nostro territorio. Manterremo alta l’attenzione e proseguiremo con gli interventi mirati al potenziamento della sicurezza e alla tutela del decoro urbano. Resta fondamentale la preziosa collaborazione dei cittadini che, con le loro segnalazioni, contribuiscono attivamente all’attività di controllo del territorio”.

Le violazioni accertate dal Codice della Strada sono passate da 74.013 a 84.864 (+14,66%). Sono, invece, due gli indicatori che veicolano maggiormente l’idea di come la polizia locale sia intervenuta anche sul rispetto delle normative: i controlli sugli esercizi commerciali hanno avuto un forte incremento passando in un anno da 587 a 2.605 (+343,78%), mentre quelli sulle aree sensibili sono passati da 2.386 a 3.186 (+33,53%).

I controlli anti-droga

La polizia locale continua a presidiare il territorio e a promuovere la sicurezza attraverso iniziative di prevenzione e contrasto: “Dopo aver partecipato al bando pubblicato dal Ministero dell’Interno, la Prefettura di Monza e Brianza ci ha assegnato un contributo di 27.500 euro per finanziare progettualità funzionali al contrasto della vendita e della cessione di sostanze stupefacenti: abbiamo individuato tre aree sensibili da presidiare con maggiore capillarità, in particolare Corso Milano (nel tratto compreso tra largo Mazzini e largo Molinetto e vie laterali), i Giardini della Villa Reale e Boschetti Reali e le zone adiacenti agli Istituti scolastici monzesi, conclude Arena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli antidroga, nei negozi e sicurezza: tutti i numeri della polizia locale a Monza

MonzaToday è in caricamento