rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Covid, a Monza 85 nuovi casi. Il sindaco: "Dati incoraggianti ma emergenza non è finita"

In attesa di decisioni sull'eventuale passaggio della Lombardia a "zona arancione" cala la pressione negli ospedali della Asst di Monza e nei pronto soccorso: sono 416 i ricoveri covid tra San Gerardo e Desio

Ottantacinque nuovi contagi registrati nelle ultime ventiquattro ore a Monza e 666 in tutta la provincia della Brianza. E mentre si attendono le decisioni relative a un eventuale allentamento delle misure restrittive con il passaggio della Lombardia da "zona rossa" a "zona arancione" si guarda ai numeri. "I dati che ci sono stati presentati (durante il vertice tra sindaci e Regione, Ndr) relativi all'epidemia appaiono finalmente incoraggianti, con una pressione in calo negli ospedali e ai pronto soccorso, un numero di guariti in crescita e un indice di contagio RT ormai consolidato" ha detto il sindaco di Monza Dario Allevi.

"È chiaro che l'allarme non è affatto rientrato e che l'emergenza non è finita, ma i principali indicatori fanno pensare ad un prossimo allentamento delle restrizioni anche nel nostro territorio: è un auspicio, questo, condiviso all'unanimità da tutte le 12 città capoluogo" ha aggiunto il primo cittadino monzese.

"Il confronto tra Regione e Governo, però, non ha ancora portato a una decisione, quindi ad oggi non conosciamo la data in cui effettivamente potremo entrare nella cosiddetta “area arancione” (tanto attesa dai commercianti e dalle numerose famiglie dei ragazzi di 2^ e 3^ media)".

I dati degli ultimi tre giorni relativi ai ricoveri nella Asst di Monza, tra San Gerardo e Desio sono passati da 423 pazienti di martedì a 416 di giovedì. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, a Monza 85 nuovi casi. Il sindaco: "Dati incoraggianti ma emergenza non è finita"

MonzaToday è in caricamento