Addio don Elio, a Desio arriva un nuovo parroco: don Gianni Cesena

Tante le sfide da raccogliere: la prima, quella dei giovani

Don Elio Burlon

Cambio al vertice alla parrocchia dei Santi Siro e Materno a Desio. Dal prossimo ottobre don Elio Burlon, 76 anni, curato dal 2002, andrà in pensione. Al suo posto arriverà don Gianni Cesena. Sessant’anni, ordinato dal cardinal Martini di cui è stato segretario, è un sacerdote che ha nel sangue la missione e l’apertura alla mondialità. Porterà una ventata di novità in una comunità religiosa che ne ha profondamente bisogno. La decisione è stata presa nel maggio scorso, dopo una lunga visita pastorale a Desio del vicario episcopale, monsignor Patrizio Garascia.

Nato a Greco, uno dei quartieri popolari di Milano, nel 1956, Gianni Cesena è stato ordinato sacerdote nel 1980. Segretario del cardinale per alcuni anni, è stato poi direttore dell’ufficio missionario diocesano e poi responsabile dell’Ufficio missionario nazionale. Tre i suoi punti di riferimento: il cardinal Martini, lo spirito missionario e l’ideale francescano.

Nel 2013 è rientrato in diocesi e viene nominato parroco a Peschiera Borromeo. Un compito non facile: deve fondare dal niente la comunità pastorale «Giovanni Paolo II». I preti sono pochi ed è necessario riunire sotto un’unica regia tutte le parrocchie di Peschiera. Serve una figura carismatica, e don Gianni è la persona giusta.

Altrettanto delicato e difficile il compito che aspetta don Gianni a Desio. La parrocchia dei Santi Siro e Materno è molto vasta: 23mila fedeli, un oratorio, un centro parrocchiale, centinaia tra catechisti, animatori, volontari. Negli ultimi anni la comunità che ha dato i natali a papa Pio XI ha assunto la guida anche delle altre quattro parrocchie cittadine (San Pietro e Paolo, San Giovanni Battista, San Pio X, San Giorgio), tramutandosi nella comunità pastorale Santa Teresa del Bambin Gesù.

Tante le sfide da raccogliere: la prima, quella dei giovani. Il centro parrocchiale di via Conciliazione, voluto da Monsignor Luigi Castelli proprio per loro, da anni è in uno stato di semi abbandono. Al nuovo parroco è stato chiesto che diventi pieno di fermento e di proposte per le nuove generazioni. Fondatore di riviste e web radio, ma soprattutto animatore di comunità, don Gianni è un religioso abituato a ripartire sempre da zero. Di sicuro, è l’uomo giusto per portare nuovo entusiasmo a Desio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento