Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca San Donato / Via Michelangelo Buonarroti, 93

Foa Boccaccio, occupazione abusiva: scatta la denuncia

I giovani del Collettivo occupano dal 12 ottobre uno stabile di Via Buonarroti di cui hanno fatto il centro del progetto per l'emergenza sfratti K20 ma il proprietario ha denunciato

Dopo un’occupazione che va avanti da due settimane, da parte del Collettivo Foa Boccaccio, di uno stabile in via Buonarroti adibito a centro per il progetto K20 per l’emergenza casa, la sintesi che i giovani del movimento propongono sul loro sito è ben diversa dalle parole che i proprietari dello stabile hanno usato per denunciare la loro occupazione abusiva.

In tanti sono tra quelle mura di Via Buonarroti dal 12 ottobre per sensibilizzare l’amministrazione cittadina e i monzesi all’emergenza sfratti.

Nel giorno in cui in molti hanno manifestato a Roma in piazza Montecitorio per la casa, anche a Monza qualcosa si è mosso e il 2 novembre il Collettivo ha in programma un’assemblea per “comprendere l’entità dell’emergenza abitativa a Monza e che il problema degli sfratti è più attuale che mai”, si legge dal loro sito.

“Riteniamo inaccettabile che una famiglia venga arbitrariamente minacciata di essere sbattuta fuori di casa solo perchè a causa della crisi e della speculazione edilizia non riesce a pagare il canone d’affitto” hanno ribadito i ragazzi del movimento K20.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foa Boccaccio, occupazione abusiva: scatta la denuncia

MonzaToday è in caricamento