Incendio all'azienda agricola Brigatti, il sindaco rassicura: "Nessun pericolo"

Dopo il rogo che all'alba del 2 giugno ha coinvolto il fienile dell'azienda agricola brugherese tanti cittadini ancora lamentano l'odore di bruciato nell'aria e chiedono conferme sull'esclusione di rischi per la salute

Foto da Facebook

Di fronte alle continue richieste di rassicurazione in merito ai possibili rischi per la salute e all'odore di bruciato che ancora si può sentire in alcune zone di Brugherio in seguito all'incendio che ha coinvolto l'azienda agricola Brigatti il sindaco ha deciso di rispondere e chiarire la situazione ai cittadini.

"Sindaco, nella mia via c'è puzza di bruciato da giorni". "Anche nella mia". "Nella mia di più". "Sto ricevimento tanti messaggi di questo tipo" esordisce l'intervento del primo cittadino Marco Troiano che ha scelto di parlare a tutta la cittadinanza attraverso i social network e il canale istituzionale del municipio.

"Che succede a Brugherio? Succede che, nonostante l'incendio sia praticamente in fase di spegnimento totale, stiamo ancora sentendo i postumi delle fiamme che hanno avvolto l'azienda agricola Brigatti a San Damiano tra l'1 e il 2 giugno" ha spiegato il sindaco.

"Vigili del Fuoco, ARPA e ASL continuano a fare ciascuno la propria parte, e anche noi stiamo seguendo la situazione, ovviamente" specifica nel suo intervento.

"L'odore cattivo si sente ancora, ma ovviamente non ci sono pericoli per la nostra salute".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento