rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca Cesano Maderno

Spunta un'officina abusiva nel capannone "fantasma" a Cesano Maderno

Denunciato il titolare, un uomo di 56 anni di Barlassina

Dopo la carrozzeria, spunta anche un’officina meccanica abusiva. Quattro mesi dopo aver chiuso un carrozziere che operava nella più totale illegalità, mercoledì gli agenti della polizia provinciale di Monza e Brianza hanno chiuso un’officina meccanica. Anche in questo caso, di legale non c’era niente.

Nell’attività di Cesano Maderno, all’estremo confine tra Seregno e Barlassina, un 56enne di Barlassina è stato denunciato a piede libero per attività abusiva e gestione illecita di rifiuti speciali e pericolosi. Le forze dell’ordine avevano notato uno strano viavai di auto, a tutte le ore del giorno. Dopo una serie di accertamenti e monitoraggi a distanza, si sono presentati in officina e hanno chiesto al titolare di mostrare i documenti e le autorizzazioni. Il meccanico non ha avuto nulla da mostrare. Gli agenti della polizia provinciale così hanno accertato che il capannone era abusivo, al punto da non essere nemmeno censito nelle mappe del catasto del comune.

L’officina era priva di autorizzazione, né il titolare aveva mai comunicato l’inizio della sua attività. Gli agenti hanno anche trovato all’esterno del capannone rifiuti speciali e pericolosi. L’officina è stata posta sotto sequestro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spunta un'officina abusiva nel capannone "fantasma" a Cesano Maderno

MonzaToday è in caricamento