Identificato il cadavere trovato nei boschi: è di un 39enne con precedenti per spaccio

L'ipotesi è che il corpo sia stato occultato nel comasco dopo l'omicidio, avvenuto però in una zona diversa

Due colpi di pistola esplosi a distanza ravvicinata. Così è stato ucciso Besnik Metaj, 39 anni.

E' lui l'uomo trovato morto domenica nei boschi del comasco sopra Eupilio. Il cadavere, rinvenuto nudo e con due fori alla testa, è stato identificato dagli inquirenti.

Si tratta di un cittadino albanese noto alle forze dell'ordine per alcuni precedenti legati allo spaccio di droga e già fotosegnalato. E' stato proprio il raffronto con le impronte digitali a indicare l'identità del 39enne. Le indagini proseguono e gli inquirenti ipotizzano che possa essersi trattato di una esecuzione in piena regola maturata in ambiente malavitoso.

Ancora non è stata stabilita con certezza l'esatta data della morte ma il 39enne sarebbe stato ucciso altrove e poi trasportato nei boschi dove è stato occultato il cadavere. Secondo i primi riscontri, l'uomo non risulta avere contatti nel comasco e si cerca di capire dove sia avvenuto l'omicidio.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento