Omicidio di Bussero, il vigile urbano confessa

"Ambrosoni era tra quelli che mi avevano aggredito poco prima". Questa la versione fornita dall'uomo al pm Maurizio Ascione

Il vigile urbano di Segrate, Salvatore Empoli, ha confessato l'omicidio del 53enne Gianfranco Ambrosoni, avvenuto a Bussero (Milano) il 30 ottobre 2015.

Lo ha fatto parlando con il pm Maurizio Ascione, che lo ha interrogato in carcere, cambiando di fatto versione rispetto a quanto affermato finora. L'uomo si è sempre proclamato innocente. Empoli ha motivato l'omicidio asserendo che Ambrosoni faceva parte di un gruppo di persone che, poco prima, lo avevano aggredito presso un bar della stazione della metropolitana di Bussero.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli investigatori, tuttavia, non sono del tutto convinto riguardo al movente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento