Cronaca

Ucciso e murato in uno scantinato di Cinisello, indagato anche un monzese di 44 anni

Le forze dell'ordine hanno passato al setaccio la sua abitazione del centro di Monza

Gli investigatori mentre estraggono il corpo di Deiana

C'è un secondo indagato per l'omicidio di Antonio Deiana, l'uomo di Villa Guardia (Como) scomparso a luglio del 2012 e trovato cadavere lo scorso luglio, sepolto in uno scantinato di via Pila a Cinisello Balsamo.

Secondo gli investigatori ci sarebbero altre persone coinvolte nell'omicidio, oltre a Luca Sanfilippo, il 47enne attualmente in carcere che durante l'interrogatorio con il Pm bah ammesso di aver commesso il fatto. Secondo quanto trapelato Sanfilippo avrebbe raccontato di aver accoltellato Deiana durante un litigio perché voleva provare la droga, ma gli inquirenti sospettano che non fosse da solo e che l'intento primario era quello di derubare la vittima del pacco di droga che aveva con sé.

Le indagini dei detective della Questura di Milano stanno andando avanti e nella mattinata di giovedì 27 settembre gli agenti hanno perquisito uno degli indagati: un monzese di 44 anni che abita nel centro storico di Monza. Perquisizione che, come riportato in una nota diramata da via Fatebenefratelli, ha avuto esito negativo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucciso e murato in uno scantinato di Cinisello, indagato anche un monzese di 44 anni

MonzaToday è in caricamento