rotate-mobile
Omicidi

Uccide il padre, tenta di fare a pezzi il cadavere poi chiama i carabinieri

Omicidio alle porte di Monza

"Venite, ho ammazzato mio padre". Questa la telefonata arrivata intorno alle nove di domenica 12 giugno alla centrale operativa del 112. A chiamare è stato un ragazzo italiano di 19 anni, residente in via Saint Denis a Sesto San Giovanni. Sul posto si sono precipitati i carabinieri della compagnia di Sesto.

Nell'appartamento in cui i due vivono insieme, in camera da letto c'era il cadavere dell'uomo, Antonio Loprete, 57enne, bancario. Il corpo era dilaniato da numerose ferite, probabilmente sferrate con un coltello. Il giovane, in stato di shock, avrebbe anche provato a fare a pezzi il cadavere del genitore.

Sono ora al lavoro i carabinieri delle investigazioni scientifiche di Milano (Sis), che stanno effettuando i rilievi in attesa dell'arrivo del medico legale. Il fascicolo è stato affidato al pm Carlo Cinque di Monza. Secondo le prime informazioni, il 19enne sarebbe in cura per problemi psichiatrici. I due vivevano insieme. La madre, separata dall'uomo, risiede in Alto Adige.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccide il padre, tenta di fare a pezzi il cadavere poi chiama i carabinieri

MonzaToday è in caricamento