Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Cesano Maderno / Via Pala Bianca, 1

Omicidio a Cesano Maderno: moglie e figlia accusate, oscuro il movente

Lunedì autopsia e interrogatorio di garanzia per le due donne. L'ipotesi della tensione in famiglia

Dovrebbe tenersi lunedì 10 marzo l'interrogatorio di garanzia per Maria Rosa Saitta e Jessica Marsiglia, moglie e figlia accusati di avere ucciso Salvatore Marsiglia, 52 anni, a Cesano Maderno venerdì sera. Le due donne si trovano in carcere a Monza. Di sicuro lunedì ci sarà l'autopsia sul cadavere dell'uomo, per ricostruire l'esatta dinamica, anche se gli inquirenti non sembrano nutrire molti dubbi su cos'è successo.

Sembra assodato che la tragedia sia nata da un litigio in famiglia. Non ci sono risultanze di denunce o segnalazioni ma probabilmente negli ultimi tempi i rapporti si erano logorati. Il vicinato parla di un padre e marito demoralizzato perché non lavorava più da circa due anni, a parte qualche occupazione saltuaria, mentre le due donne avevano lavori stabili. Si è poi saputo che la ragazza presto si sarebbe sposata e aveva già trovato una casa per andarci a vivere con il fidanzato. Tensione per la situazione lavorativa? Oppure per le spese del matrimonio? Su questi punti gli inquirenti devono ancora fare luce.

La ricostruzione del pm, per ora, parla di una lite scoppiata in cucina tra marito e moglie, con questa che afferra un coltello e colpisce varie volte l'uomo, peraltro ferendosi perché lui reagisce. A quel punto interviene la figlia con un martello: colpisce il padre alla testa. Poi chiama il fidanzato e la nonna (madre della madre) che arrivano in casa, infine arrivano anche i carabinieri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Cesano Maderno: moglie e figlia accusate, oscuro il movente

MonzaToday è in caricamento