Cronaca

L'addio straziante del padre a Sabrina, Keisi e Sidny con una lettera

"Vorrei scambiare la mia vita con la vostra, per regalarvi quel futuro che vi è stato negato"

Un dolore immenso che ha stretto attorno ai corpi e al ricordo di Simona, Keisi e Sidny, le tre sorelline uccise dalla mamma a Lecco domenica, un’intera città.

Giovedì è stato infatti proclamato il lutto cittadino per l’omicidio consumatosi domenica per mano della madre, una donna che tutti in città conoscevano e non credevano capace di un tale gesto.

Mentre la mamma resta in carcere perché è stato convalidato il suo arresto il padre delle tre bambine, Bashkim Dobrushi, 45 anni, non si rassegna al dolore e per l’ultimo saluto ha rivolto loro parole dolci, chiedendo perdono per non essere riuscito a impedire la tragedia e invocando la loro protezione da lassù.

“Vorrei scambiare la mia vita con la vostra, per regalarvi quel futuro che vi è stato negato. Fermare il tempo un attimo prima per potervi regalare il futuro più bello. Perdonateci e vi preghiamo: vogliateci bene, lassù dal Cielo, perché ne abbiamo tanto bisogno. Dateci quell’amore e quella protezione che non siamo stati capaci di darvi e che solo potrà dare un po’ di pace al nostro cuore. Mancate tanto a me, a tutti i parenti, a tutti i vostri amici ed ai compagni di scuola” ha scritto secondo quanto riferisce il Corriere della Sera il padre di Sabrina, Keisi e Sidny nella lettera a quelle figlie che non riabbraccerà più.

Le salme delle tre bambine venerdì arriveranno in Albania dove si terranno i funerali e verranno sepolte.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio straziante del padre a Sabrina, Keisi e Sidny con una lettera

MonzaToday è in caricamento