Omicidio in Valassina, fermato un 40enne comasco per la morte del marocchino 28enne

Ghazal Azedin era stato ucciso con una coltellata all'addome a fine gennaio, all'altezza dello svincolo di Briosco della Valassina

Un uomo italiano, residente a Lurago d'Erba, è stato sottoposto a fermo di polizia giudiziaria per l'omicidio di Ghazal Azedin, il 28enne marocchino, colpito a morte a fine gennaio da una coltellata all'addome lungo la Valassina.

L'omicidio era avvenuto all'alba dello scorso ventisei gennaio, in Brianza, all'altezza dello svincolo di Briosco. Sul posto per tentare di salvare la vita al 28enne, trovato con droga e mille euro in contanti addosso, erano accorsi i mezzi del 118 a sirene spiegate. Lo straniero però, colpito con una coltellata all'addome, era deceduto poco dopo all'ospedale San Gerardo di Monza. Lungo la superstrada era stato immediato l'intervento delle forze dell'ordine.

Le indagini, condotte dai carabinieri del nucleo investigativo di Cantù e dalla polizia di Stato di Monza, hanno portato al fermo di un uomo di 40 anni comasco, Ivan A. Il nome del 40enne risulta fosse emerso nell'ambito dell'inchiesta per i suoi contatti con lo spacciatore marocchino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento