Domenica, 13 Giugno 2021
Omicidi Via Napo Torriani

Il ragazzo che tenta di uccidere la fidanzata in una camera d'albergo

Ha provato a strangolarla e a tagliarle la gola con il coccio di una bottiglia. La giovane vittima è portatrice di handicap per la mancanza di un braccio

Repertorio

È accusato di tentato omicidio per aver cercato di strangolare la fidanzata 23enne. In manette, arrestato dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Milano, è finito un 29enne di Lissone (Monza). Il giovane avrebbe picchiato la donna e in secondo momento avrebbe cercato di ucciderla mettendole le mani al collo e tentando di tagliarle la gola con un coccio di bottiglia. La sua furia omicida si è fermata solo grazie all'intervento di una coppia di amici. 

La vicenda è avvenuta attorno alle 3 tra sabato e domenica in una camera d'albergo in via Napo Torriani. Poco prima, due fidanzati avevano avuto un'accesa lite, durante la quale l'uomo aveva picchiato violentemente con schiaffi e pugni la compagna, una ragazza di origini marocchine, portatrice di handicap per la mancanza del braccio sinistro. Lui avrebbe anche tentato di strangolarla e di colpirla al collo con un coccio di bottiglia.

Una coppia di amici che erano nella stanza vicina hanno dato l'allarme e lo hanno bloccato con l'aiuto del personale della struttura. La vittima, che ha riportato escoriazioni alla mano destra ed ecchimosi al volto ed al collo, è stata trasportata al Fatebenefratelli. L'uomo è finito in cella a San Vittore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ragazzo che tenta di uccidere la fidanzata in una camera d'albergo

MonzaToday è in caricamento