Cronaca

Omicidio a Sesto San Giovanni: donna strangolata e uccisa dal marito in casa

Il delitto si è consumato nella loro abitazione di via Risorgimento 89 alle prime luci dell'alba

Il luogo del delitto

Una donna di 90 anni affetta da Alzheimer è stata strangolata e uccisa dal marito, un anziano di 88 anni, a Sesto San Giovanni all’alba di venerdì 15 gennaio. Il delitto è si è consumato nella loro abitazione di via Risorgimento 89 intorno alle 6 del mattino.

Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Sesto diretti dal maggiore Saverio Sica. In base a quanto ricostruito, l'omicidio è avvenuto al cumine di una lite scaturita per motivi legati alla malattia dell’anziana, che soffriva di Alzheimer da alcuni anni ma che negli ultimi giorni aveva subito un grave peggioramento dal punto di vista caratteriale.

L’uomo dopo aver strangolato la moglie ha telefonato alla figlia, che vive in Brianza. Ed è stata proprio lei a chiamare subito i soccorsi. Subito dopo la centrale operativa del 118 ha chiesto l’intervento dei militari. I sanitari, una volta varcata la soglia dell’abitazione, hanno cercato di rianimare la 90enne ma per lei non c’era più nulla da fare e a quel punto ne hanno constatato il decesso.

L’anziano è stato accompagnato in caserma dove è sottoposto a fermo. I militari hanno descritto il contesto in cui è avvenuta l'uccisione come di "estrema stanchezza e disperazione" da parte del coniuge, che si occupava giorno e notte della moglie ricevendo solo sporadicamente l'assistenza di una badante.

I carabinieri della compagnia di Sesto hanno sottolineato che si è trattato di un gesto frutto della disperazione: “I rapporti all’interno dell’abitazione avevano avuto un'evoluzione a causa della malattia — ha puntualizzato il maggiore Sica —. Sicuramente la situazione in casa non era semplice”.

Anche i vicini della coppia, interpellati da MilanoToday, hanno tratteggiato una situazione di stanchezza ed esasperazione. L'anziano si occupava della moglie a tempo pieno, avendo come unica valvola di sfoga le poche uscite con il cane e quelle per fare la spesa. Nonostante questo - almeno fino a qualche giorno fa - non era parso che tra i due coniugi vi fossero tensioni.

A luglio un delitto analogo si era consumato a Brugherio, in Brianza. L'uomo - poi arrestato - avrebbe cercato di soffocare la moglie inferma e malata da tempo a letto, durante la notte. Poi la chiamata ai soccorsi simulando una caduta e la corsa in ospedale dove la donna poi è deceduta. E proprio dalle ecchimosi rilevate sul corpo della signora sono partite le indagini dei carabinieri della compagnia di Monza che hanno portato alla luce il delitto fino alla confessione del marito. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Sesto San Giovanni: donna strangolata e uccisa dal marito in casa

MonzaToday è in caricamento