Tragedia in ditta, rastrelliera cede e colpisce alla testa un operaio: morto un 28enne

La vittima è un giovane di Verdello in servizio alla "De Lucchi Spa" di Trezzano Rosa. All'arrivo dei soccorsi il ragazzo era già morto

Una delle pesanti travi d'accaio sospese dei macchinari ha ceduto all'improvviso e lo ha colpito alla testa, senza lasciargli scampo.

E' questa la prima ricostruzione della tragedia avvenuta all'interno dell'azienda De Lucchi Spa a Trezzano Rosa, alle porte della Brianza, mercoledì mattina, dove un operaio di 28 anni ha perso la vita. 

Il giovane, residente a Verdello, poco dopo le 8.30, durante il turno di lavoro all'interno della ditta De Lucchi Spa di via Bologna è rimasto vittima di un gravissimo incidente. Per cause ancora in corso di accertamento una delle travi di metallo ancorate al ponte mobile sospeso al soffitto dell'azienda che si occupa di zincatura ha ceduto e si è sganciata, colpendolo al capo.

Per il giovane, nonostante il tempestivo intervento dei soccorsi, non c'è stato nulla da fare e quando l'ambulanza del 118 è giunta sul posto l'operaio era già morto. 

“Io ero in un altro reparto – spiega uno dei lavoratori della De Lucchi in servizio da più di 30 anni ai sindacalisti della Cisl intervenuti -, ho sentito delle urla e sono subito corso. In quel momento nel reparto dell’incidente erano al lavoro una decina di persone. Il giovane era a terra, con un altro collega ho cercato di praticargli il massaggio cardiaco, ma è stato inutile. Aveva la testa fracassata. Mi è morto tra le mani”.

La rastrelliera che ha investito il giovane pesa 17 quintali, è agganciata ad un carro ponte e viene utilizzata per trasportare il materiale da trattare nelle vasche dell’acido e dello zinco e toccherà ora alle forze dell’ordine e all’autorità giudiziaria stabilire perché si è staccata ed è precipitata a terra da un’altezza di circa 3 metri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Il lavoratore deceduto – nota Andrea Ricci, operatore della Fim Cisl di Milano – era stato assunto meno di un mese fa, con un contratto a tempo, attraverso un’agenzia interinale. Le misure a tutela della salute non possono essere considerate un costo su cui risparmiare. E’ inaccettabile che avvengano ancora tragedie come questa. Ci stringiamo attorno alla famiglia del giovane”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento