Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Sviene e sbatte la testa sul letto di ferro: morto un operaio 51enne

La vittima lavorava come operaio e custode in una ditta. L'incidente è avvenuto in un piccolo locale, adiacente all'azienda, che l'uomo usava come abitazione. La ricostruzione

Il malore, la caduta e la botta, fatale, contro il letto in ferro della sua piccola abitazione. 

Tragedia venerdì mattina poco prima delle otto in via Manin a Sesto San Giovanni, dove un uomo di cinquantuno anni è stato trovato morto in un locale adiacente a una grande azienda. L’uomo, R.B., originario di Varese e residente alle porte di Monza, lavorava come operaio e come custode proprio per la ditta. 

Secondo una prima ricostruzione della polizia, appresa da MonzaToday, la vittima sarebbe stata stroncata da un malore. Già privo di sensi, l’uomo sarebbe caduto, sbattendo la testa contro il letto in ferro della sua piccola casa, procurandosi una vistosa ferita alla testa. 

La morte, però, sottolineano dal commissariato di via Fiume, è sopraggiunta per cause assolutamente naturali. 

Il cinquantunenne viveva proprio nel piccolo locale nel quale ha trovato la morte: una stanza adibita a casa per il custode in cui, racconta la polizia, venerdì mattina c’era un gran caldo. Impossibile al momento, però, dire se il malore fatale sia stato causato dalle temperature elevate. 

La polizia ha comunque avvisato il pubblico ministero di turno del tribunale di Monza, che attenderà la relazione del medico legale per decidere se proseguire le indagini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sviene e sbatte la testa sul letto di ferro: morto un operaio 51enne

MonzaToday è in caricamento