Cronaca Via San Michele del Carso

Muratore di 53 anni precipita da otto metri di altezza: è gravissimo

L’uomo è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano. Il primo a chiamare i soccorsi è stato il figlio con cui l'uomo stava lavorando su un tetto

IMMAGINE DI REPERTORIO

E’ precipitato da un’altezza di otto metri, andando a sbattere con violenza sull’asfalto e perdendo i sensi. E’ in gravi condizioni un muratore di 53 anni, di Limbiate.

L’uomo è ricoverato in prognosi riservata all’ospedale Niguarda di Milano. Ha contusioni, escoriazioni e fratture alle gambe e alle braccia e un violento trauma cranico. L’incidente è accaduto lunedì nelle prime ore del pomeriggio, in via San Michele al Carso, a pochi metri dal passaggio a livello della linea ferroviaria Milano-Asso. In compagnia del figlio, il muratore stava cambiando le tegole del tetto di uno stabile di due piani. Forse a causa del grande caldo, il 53enne ha perso l’equilibrio ed è caduto nel vuoto. Il primo ad accorgersi di quello che era successo era il figlio. E’ stato lui a chiamare i medici del 118 e ad avvisare i carabinieri di Desio.

Sul posto sono arrivati anche gli agenti della polizia locale. Ai soccorritori le condizioni del muratore sono apparse subito molto gravi. Trasportato d’urgenza al Niguarda, è stato operato d’urgenza e ora si trova nel reparto di ortopedia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Muratore di 53 anni precipita da otto metri di altezza: è gravissimo

MonzaToday è in caricamento