Spaccio alle Groane, nuova operazione dei carabinieri: un pusher in arresto e quattro clienti segnalati

Il bilancio dell'attività

Uno spacciatore fermato e quattro clienti segnalati alla prefettura come consumatori di droga. E’ il bilancio di un blitz dei carabinieri di Desio al Parco delle Grone. Nella vasta area dove da anni si annida l’area di spaccio più vasta del Nord Italia. Insieme agli uomini del capitano Mansueto Cosentino hanno lavorato anche i carabinieri della compagnia di intervento operativo del Terzo reggimento Lombardia.

Un cittadino marocchino di ventotto anni dedito all'attività di spaccio è stato raggiunto e fermato dai militari: dopo le operazioni di identificazione, proprio quando per il pusher stavano per scattare le manette, il ragazzo è riuscito a raggirare i carabinieri e fuggire via tra il verde del parco, facendo presto perdere le proprie tracce agli uomini dell'Arma che si sono lanciati all'inseguimento a piedi. Il 28enne ha "rimandato" il suo arresto, preceduto solo qualche giorno  prima da quello di uno spacciatore minorenne: a soli 16 anni un ragazzino è stato sorpreso a Ceriano Laghetto a vendere cocaina ai clienti.

Durante l'operazione sono stati identificati invece i quattro clienti: un 31enne senza fissa dimora, un 39enne di Cesano Maderno, un 51enne di Misinto e un 47enne di Rovello Porro. Procede al ritmo di due ispezioni alla settimana l’azione di contrasto dello spaccio messa a segno dai carabinieri di Desio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento