Parco delle Groane, arresti e sequestri di droga: una settimana "senza spaccio"

I numeri delle ultime operazioni antidroga dei carabinieri della compagnia di Desio

Una settimana senza spaccio. Non era mai accaduto finora che i pusher avessero “mollato la presa” per un periodo così lungo, da quando, circa due anni fa, il Parco delle Groane è stato trasformato in una vasta e impenetrabile area di spaccio, con decine di clienti al giorno e un giro d’affari da milioni di euro all’anno.

Il merito va all’ultima operazione dei carabinieri di Desio: dopo l’arresto di tre spacciatori di origine marocchina, avvenuto settimana scorsa, l’attività di spaccio ha subito una drastica battuta d’arresto. In forte diminuzione anche l’arrivo di clienti che, come è noto, giungevano qui in treno e in auto da tutta la Regione.

Secondo i militari della compagnia di Desio però è ancora presto per abbassare la guardia ed è possibile che lo spaccio ricominci. E’ stata intensissima l’attività di lotta contro gli spacciatori: da settembre fino a marzo ogni settimana c’è stata un’operazione anti-spaccio coordinata dai carabinieri di Desio. Spesso con l’ausilio dei reparti della Cio (compagnia di intervento operativo). Non di rado le operazioni sono state anche due a settimana. In totale sono stati sequestrati due chili di droga, tra cocaina, eroina e hashish, già tutti divisi in piccole dosi pronte per essere smerciate. Sequestrate anche due pistole e decine di machete.

Tra le ultime operazioni, il 22 gennaio un vasto controllo sulle aree di Ceriano Laghetto e Cesano Maderno; il 15 febbraio, l’arresto di due pusher di origine marocchina; il 18 febbraio l’arresto di uno spacciatore di 50 anni con 3 grammi di cocaina e oltre 2mila euro nel portafogli; il 22 febbraio la denuncia di un 41enne per detenzione e spaccio di stupefacenti. Fino all’operazione del 27 febbraio, con l’arresto dei tre pusher di origine marocchina, che ha provocato l’interruzione dell’attività di spaccio.

 IMG-20200306-WA0008-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento