rotate-mobile
Cronaca

Un teschio e ossa in un campo a Cologno Monzese: si indaga sul "giallo"

I primi riscontri fanno ipotizzare che i resti appartengano a un uomo adulto

Un teschio, frammenti di una colonna vertebrale e resti di alcuni arti. Questi gli elementi dai quali gli inquirenti sono partiti per risolvere il "giallo" di Cologno Monzese. L'unica certezza al momento è che si tratterebbe di un uomo adulto morto anni fa. 

Martedì mattina, in via Mascagni, all'interno di un'area di proprietà privata che un tempo ospitava un maneggio, caduta in disuso da anni, alcuni giovani hanno trovato ai piedi di un albero alcuni resti umani.

Sul posto è intervenuto il medico legale insieme ai carabinieri della compagnia di Sesto San Giovanni e ai militari del Nucleo Investigativo di Monza. Al momento non si sa ancora nulla sull'identità: secondo i primi accertamenti del medico legale sarebbe un uomo adulto. Per risalire all'identità dell'uomo deceduto gli inquirenti ora passeranno al setaccio tutte le denunce di scomparsa presentate negli anni passati in zona. Insieme ai resti ossei sono stati rinvenuti sul posto anche alcuni brandelli di jeans.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un teschio e ossa in un campo a Cologno Monzese: si indaga sul "giallo"

MonzaToday è in caricamento