Cronaca

Guasto alla caldaia, famiglia sette persone intossicata dal monossido

L'incidente è accaduto ieri sera in via Cernaia, a Villaggio Ambrosiano: uno dei più quartieri popolosi di Paderno Dugnano. Papà di 48 anni, mamma 39enne, quattro figli grandi di 23, 21, 20, 18 anni e il «piccolo» di casa di otto anni hanno rischiato di morire

PADERNO DUGNANO – Il papà si è accorto appena in tempo. Si è svegliato, ha capito che qualcosa non andava  e – con le ultime forze che gli restavano in corpo – è riuscito a spalancare le finestre. Così, è riuscito a salvare la sua  famiglia di sette persone per intossicazione da monossido di carbonio.

Sul posto sono arrivati i carabinieri della tenenza di Paderno Dugnano e della compagnia di Desio e tre ambulanze della Croce Rossa, che hanno trasportato d’urgenza l’intera famiglia all’ospedale. I vigili del fuoco invece hanno ispezionato la caldaia, rimettendola in sicurezza.

L’incidente è accaduto ieri sera in via Cernaia, a Villaggio Ambrosiano: uno dei più quartieri popolosi di Paderno Dugnano. In un appartamento di tre locali di uno dei tanti «palazzoni» del quartiere, dove la famiglia immigrata dall’Ecuador abita ormai da alcuni anni.

Papà di 48 anni, mamma 39enne, quattro figli grandi di 23, 21, 20, 18 anni e il «piccolo» di casa di otto anni, avevano festeggiato il Natale e poi Santo Stefano. Come ogni famiglia. La cena, un po’ di festa e di televisione. Poi, ieri sera verso le 23 sono andati a dormire. Meno di un’ora dopo si sono risvegliati all’ospedale. Tutti intossicati dal monossido di carbonio. Colpa di un guasto alla caldaia del loro piccolo appartamento di tre locali, nel quale vivevano in sette.

 Cinque sono stati sottoposti a terapia in camera iperbarica. Due sono stati portati all'ospedale di Bollate, due al Niguarda e altri tre alla clinica San Carlo di Paderno Dugnano. Tra i ricoverati c’è anche un bimbo di otto anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guasto alla caldaia, famiglia sette persone intossicata dal monossido

MonzaToday è in caricamento