Precipita per 400 metri: padernese muore sul Cervino

Un uomo di 46 anni, Andrea Zaccagni, ha perso la vita martedì sl versante svizzero della montagna. La notizia però è stata diffusa solo poche ore fa

Il versante svizzero del Cervino

PADERNO DUGNANO - Un volo di 400 metri non gli ha lasciato scampo. Sarebbe di Andrea Zaccagni, 46 anni, originario di Paderno Dugnano, il corpo ritrovato sul versante svizzero del Cervino. L'uomo, esperto scalatore, stava scalando la montagna in solitaria. Il fatto è avvenuto martedì, giorno in cui Zaccagni ha cominciato l'ascensione, ma la notizia è stata diffusa solo oggi. Sul cadavere, irriconoscibile, è stato eseguito il test del Dna, i cui risultati non sono ancora noti. L'attrezzatura ritrovata, però, lascerebbe pochi dubbi. A provocare la caduta non sarebbe stata un'imprudenza, ma una fatalità: un cedimento della roccia su cui lo scalatore si appoggiava.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento