Paderno Dugnano, tenta di suicidarsi gettandosi nel vuoto: salvata in extremis

È successo nella serata di capodanno, la donna è stata salvata dai carabinieri di Desio

Immagine repertorio

La notte dell'1 gennaio aveva deciso di farla finita e stava per lanciarsi nel vuoto dal balcone della sua abitazione, al terzo piano di un condominio a Paderno Dugnano. Per fortuna però i carabinieri di Desio sono riusciti a salvare in extremis la 50enne.

A sollecitare l'urgente intervento dei militari era stato lo psicoterapeuta che segue la donna, il quale aveva appena ricevuto da lei alcuni messaggi che lasciavano pensare a un gesto estremo. Dopo la richiesta d’aiuto, una pattuglia si è precipitata sul posto, scoprendo una situazione di imminente pericolo: la signora era seduta sul parapetto dalla finestra del proprio appartamento con le gambe a penzoloni nel vuoto.

I due militari hanno così deciso di dividersi. Uno è rimasto all’esterno e ha allacciato un dialogo con la donna. L’altro militare invece è salito su al terzo piano. La porta di casa era chiusa, ma fortunatamente nel palazzo vivevano i genitori, che hanno fornito le chiavi. Il secondo carabiniere è così riuscito a entrare silenziosamente in casa. La donna, che nel frattempo stava parlando con l’altro militare, è stata così benevolmente 'cinturata' alla spalle e tratta in salvo.

Sul posto poi è arrivata un’ambulanza del 118 che ha trasportato la 50enne, da tempo in cura per problemi di depressione, all’ospedale di Garbagnate Milanese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento