"Andiamo a vedere il negretto". La gaffe di Berlusconi su Balotelli

E' un vizio di famiglia. Se Obama era "abbronzato", Balotelli sarebbe un "negretto". Questa volta tocca al fratello dell'ex premier sbagliare battuta. E' accaduto a Varedo, alla presentazione di Fabrizio Sala

Balotelli in uno dei suoi tipici gesti (da Leggo)

VAREDO  - E' un vizio di famiglia. Se Obama era "bello e abbronzato", Balotelli è il "negretto di famiglia". Alla presentazione del candidato Pdl Fabrizio Sala il fratello dell'ex premier di Arcore  Paolo Berlusconi ne combina una delle sue. Mentre l'appuntamento si avvia a conclusione, in vena di facezie l'imprenditore commenta i risultati di Inter e  Lazio, paragonandoli al cammino del Milan e tracciando una similitudine con la parabola del Popolo della Libertà.
IL PARAGONE  -  I rossoneri, partiti malissimo, hanno recuperato mettendo assieme 22 punti in 9 partite, e si avvicinano sempre più a un posto in Champions. Evidente, secondo Berlusconi, la similitudine con il Pdl: prima del rientro di Silvio "stavamo andando malissimo come movimento politico, questo perché lui a 76 anni aveva il diritto di cambiare vita, di riposare". Ma ora la musica è cambiata.  L'editore del "Giornale" ha ragione da vendere: non è un mistero che il partito, senza il leader, sarebbe affondato.
LA BATTUTA - "Tutti noi - rivela quindi  Berlusconi - ci siamo chiesti: ma chi te lo fa fare". Già questa potrebbe essere una domanda interessante, se non fossimo in un ambito di stretta osservanza azzurra.
Ma la gaffe arriva pochi istanti prima di lasciare il microfono. Berlusconi decide a questo punto di invitare le signorine presenti  ad assistere all'esordio di Mario Balotelli in rossonero. "Andiamo a vedere il negretto della famiglia (VIDEO) - scherza ignorando di essere ripreso dal Corriere della Sera  -, la testa matta". Hai voglia a spiegargli che "negretto" non è esattamente un complimento, e nemmeno "testa matta".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

MELA MARCIA - L'episodio arriva dopo quello dell'8 gennaio, quando l'ex premier in persona smentì l'interesse dei Milan per Balotelli, definito una "mela marcia che infetterebbe il nostro spogliatoio, una persona che io non accetterei mai ne facesse parte". Dopo l'acquisto, Galliani ha litigato con una cronista del TG1 smentendo che Berlusconi avesse mai pronunciato la frase. Il dirigente monzese, evidentemente, non aveva considerato Internet: in rete gira da giorni il filmato con la registrazione integrale del commento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, impennata di contagi in un giorno in Brianza: i numeri a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento