menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Paolo Carlesi (Foto da Facebook)

Paolo Carlesi (Foto da Facebook)

Precipita per 200 metri sul Grignone, l'addio a Paolo morto il giorno del compleanno del padre

L'incidente mortale nella mattinata di martedì quando il 31enne di Seregno è precipitato mentre stava per scalare il Canale della Fiamma. Venerdì pomeriggio il funerale

Un giorno di festa che si è trasformato in una tragica giornata. Martedì, proprio nel giorno in cui il padre compiva sessantotto anni, Paolo Carlesi, trentunenne di Seregno, tecnico radiologico all'Istituto Oncologico Italiano di Milano, è morto precipitando per duecento metri nel Canale della Fiamma che si accingeva a scalare in compagnia di due amici, sul Grignone, nel Lecchese. 

Il giovane brianzolo, volontario della Croce Verde di Pioltello iscritto al Cai e figlio di Piero Carlesi, giornalista e autore di guide, che per cinque anni è stato Direttore generale del Club alpino, è morto sul colpo: inutili i tempestivi soccorsi giunti in quota. Era stato proprio il padre ad avergli trasmesso l'amore per la montagna e per le altezze, una passione che il 31enne aveva fatto sua. 

I funerali di Paolo Carlesi verranno celebrati venerdì pomeriggio a Pioltello, nella chiesa parrocchiale Maria Regina alle 15. Ad annunciarlo la moglie Maddalena, la mamma Gianna Preti, il papà Piero, il fratello Alberto con Elena e la piccola Camilla, il nonno Pio, i suoceri Alice e Martino, gli amici e i parenti,  tutti addolorati per la “tragica perdita in montagna del caro Paolo”.

La famiglia ha reso noto che chi vorrà potrà effettuare una donazione in memoria di Paolo per una raccolta fondi per l'acquisto di una nuova ambulanza per la Croce Verde di Pioltello dove da anni il giovane alpinista svolgeva servizio come volontario. 

"Paolo era un entusiasta, solare e pieno di energia. Un amico leale su cui poter contare sempre ed in ogni momento. Entrato nelle vite di ognuno stampando addosso il suo enorme sorriso fin sotto la pelle, non mancava mai di regalare una parola gentile, un consiglio sincero o un gesto affettuoso" ha scritto in un lungo post di addio una volontaria della Croce Verde di Pioltello per ricordare il 31enne scomparso tragicamente.

E ancora "Il turno della nostra squadra sarà subito dopo il momento in cui tutti ti daranno l’ultimo saluto, ma per noi non sarà l'ultimo. Un po’ di te è intessuto in ogni sciarpa, cappellino e scaldacollo sferruzzati sui divani della sede. Ci sarai in ogni risata, in ogni racconto e in tutto quanto di positivo accadrà nella vita di ognuno di noi". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento