Chiuso il Parco di Monza: “Troppo vento”

L’avviso del sito della Reggia di Monza: “Si sconsiglia ai frequentatori di addentrarsi nei boschi”. La protezione civile emana un avviso di “criticità moderata”

Foto da pagina Fb Reggia di Monza

Ancora vento. E ancora Parco chiuso. Venerdì ventisette marzo il Parco di Monza resterà praticamente chiuso a causa del forte vento previsto in città. Ad informare tutti è il sito della Reggia di Monza, con un avviso sul proprio sito: “A causa delle avverse condizioni meteo si sconsiglia ai frequentatori del Parco di addentrarsi nei boschi per questioni di sicurezza”. 

A giustificare la decisione dell’ente è un avviso di “criticità moderata” emesso dalla protezione civile della Regione Lombardia. 

“A partire dalle prime ore di venerdì 27/03, una graduale espansione di una struttura anticiclonica di origine atlantica determinerà sui settori occidentali della regione ampie schiarite e contestualmente forti correnti in quota e un graduale aumento del gradiente barico a monte e a valle della catena alpina, che daranno origine ad una intensificazione del regime anemologico con venti a carattere di favonio che interesseranno la fascia alpina, prealpina e di pianura occidentale anche alle basse quote”, si legge nel comunicato della protezione civile. 

E ancora: “Dalla tarda mattinata di venerdì 27/03, avrà origine una intensificazione dei venti, che interesseranno arealmente le Alpi e Prealpi occidentali, tutta la pianura occidentale, con valori più significativi sui settori più occidentali”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E’ lo stesso ente a dare dei suggerimenti per evitare incidenti: “Si suggerisce ai Presidi territoriali - scrive la protezione civile - di prestare attenzione e un'adeguata attività di sorveglianza alle situazioni di criticità per rischio vento forte che possono generare pericoli diretti sulle aree interessate dall’eventuale crollo d’impalcature, cartelloni, alberi; pericoli sulla viabilità, in particolare nei tratti stradali più vulnerabili al rischio vento forte; pericoli nello svolgimento delle attività esercitate in alta quota e problemi per la sicurezza dei voli amatoriali e delle attività svolte sugli specchi lacustri”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento