Un parco fluviale lungo la media valle del Seveso

A Cesano Maderno Brianzacque e Cap presentano il masterplan del progetto

Un unico fiume e dodici comuni coinvolti per parco fluviale lungo la media valle del Seveso. A Cesano Maderno è stato presentato il Master Plan voluto e sostenuto da BrianzAcque e da Gruppo Cap, gestori pubblici del servizio idrico integrato nella Provincia di Monza e Brianza e nella Città Metropolitana di Milano per la valorizzazione naturalistica, ecologica , paesaggistica e ambientale delle aree rivierasche di un corso d’acqua troppo spesso dimenticato.

Il macro progetto, senza precedenti in Italia, firmato dallo studio d’architettura del paesaggio LAND, è stato illustrato nella cornice di Palazzo Arese Borromeo, alla presenza dei presidenti delle due società dell’acqua competenti territorialmente, Enrico Boerci di BrianzAcque e Alessandro Russo del Gruppo Cap e del Sindaco della città brianzola, Gigi Ponti.

La filosofia di fondo che ispira il progetto River Park 2025+, connesso alla strategia europea delle “green infrastructures”, e che rappresenta un contributo fattivo al Contratto di Fiume, coordinato da Regione Lombardia in collaborazione con numerosi altri enti territoriali, sta nel coniugare il tema del miglioramento della sicurezza idraulica con la tutela e la riqualificazione ambientale attraverso nuove infrastrutture verdi per la rinaturalizzazione del territorio ricavate seguendo il tracciato dell’asta del fiume.

“Fin dall’inizio abbiamo creduto in questo progetto che, dalle nostre parti, rappresenta un’esperienza eccezionale e del tutto innovativa. Vogliamo che il Seveso torni a essere una risorsa e non più un problema. Per centrare il risultato puntiamo a valorizzare sempre più i rapporti con le istituzioni territoriali, cominciando da Regione Lombardia, dai comuni soci, dal Gruppo Cap con cui condividiamo sinergie e interconnessioni, con le associazioni locali e con tutti gli attori coinvolti” ha detto il Presidente di Brianzacque Boerci.

“Parlare del fiume Seveso e della sua valle significa parlare del territorio ad ampio spettro – ha dichiarato il Sindaco Gigi Ponti - La sua riqualificazione costituisce la più grande sfida in campo ambientale per tutta l’area. Una sfida partita una ventina di anni fa che in quest’ultimo periodo ha usufruito di una grossa accelerazione grazie al lavoro di BrianzAcque, Gruppo CAP e dei Comuni dell'asta del Seveso che hanno lavorato insieme per migliorare prima di tutto la qualità delle sue acque”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Alcuni lavori sono in fase d’avvio, come quello progettato in partnership con il Comune in via Nazionale dei Giovi che prevede che il torrente Comasinella, ad oggi intubato, torni a diventare un corso idrico minore a cielo aperto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento