Pedala per 200 chilometri durante il lockdown senza mai uscire dal proprio comune

Dario Picco, osteopata e sportivo, ha pedalato per 200 km per le vie di Ceriano Laghetto: un'uscita in bici di sei ore e mezzo nel pieno rispetto delle normative imposte dal nuovo lockdown

Dario Picco in bici

Pedalare per duecento chilometri in sella alla bicicletta per sei ore e mezza senza mai uscire dai confini del proprio comune. Un'impresa unica quella portata a termine domenica, durante il primo weekend di lockdown, in una Brianza zona "rossa". Per rispettare le regole imposte dalle misure di contenimento della pandemia senza rinunciare alla sua passione Dario Picco, osteopata 34enne di Ceriano Laghetto, è montato in sella e di via in via ha percorso ogni centimetro del piccolo paesino brianzolo al confine con Saronno.

"Sono uscito alle 7 di mattina, c'era un'alba splendida" racconta Dario, sportivo e atleta di trialthlon che più volte si è cimentato in gare "Ironman". "Ho pedalato per quasi sei ore e mezza, ho finito poco prima delle due. Ho percorso tutte le vie di Ceriano, anche le stradine private e i parcheggi. Per riuscire a raggiungere i 200 km di strada poi ho fatto avanti e indietro più volte lungo le strade principali" spiega.

Un'impresa insolita che dimostra però che di fronte alla passione e alla buona volontà non esistono limiti insuperabili. Come pedalare per duecentochilometri nella prima domenica di lockdown in cui non è possibile uscire dai confini del proprio comune. E Dario dopo aver sperimentato la "marcia" di Ceriano tornerebbe ancora in sella tra le vie della città dove è nato e cresciuto. "E' stato bellissimo. Ho attraversato la frazione Dal Pozzo - la zona al confine con Saronno - per raggiungere poi il Villaggio Brollo che si trova vicino a Solaro e Limbiate. Ceriano Laghetto è carino, vedi paesaggi diversi, pedali vicino al bosco". 

Dario, reduce anche da imprese che lo hanno portato a pedalare per più di 300 chilometri toccando St. Moritz per tornare poi verso Colico e la Brianza, quando può scegliere dove dirigersi in bicicletta, raggiunge il lago di Como. "Di solito faccio gare di triathlon ma in questo periodo di stop forzato delle competizioni mi sono dedicato di più alla bici" racconta "Monto in sella e faccio giri lunghi, anche di 11 o 14 ore. Mi è capitato di pedalare anche di notte". Non conta quando e dove: l'importante è pedalare. E andare oltre i limiti (almeno quelli che ci imponiamo noi) nel rispetto delle regole. 

Video - L'alba in bici da Ceriano Laghetto

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Natale low cost: 11 idee regalo a meno di 20 euro per gli amici e la famiglia

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento