Cronaca

Pedemontana, mancano i soldi e il cantiere si blocca

Non sono arrivati i finanziamenti da parte delle banche già stabiliti e se non si prenderanno provedimenti il 9 aprile i cantieri si fermeranno

Mancano i soldi e il cantiere si blocca.

Una delibera del consiglio di amministrazione di Pedemontana ha stabilito il blocco dei cantieri della tratta A che include le tangenziali di Como e Varese e della tratta B1 a partire dal 9 aprile.

A mancare sono 400milioni di euro di finanziamenti che alcune banche hanno fermato.

La faccenda è complessa ma è chiaro che a partire dal 9 aprile le ruspe si fermeranno se, fa sapere Pedemontana, “non si siano verificate le seguenti condizioni: proroga del finanziamento ponte di 200 milioni al 30 giugno 2014 con conseguente erogazione dei contributi pubblici già deliberati e di quelli che verranno a maturazione entro tale data e finanziamento soci di 38 milioni necessario per coprire le esigenze finanziarie fino al 30 giugno".

A preoccupare la società, ma non solo, è la presenza dei 3300 lavoratori che ogni settimana sono impiegati nei lavori, tra tecnici e operai.

L’appello del cda di Pedemontana, diffuso attraverso una nota, è chiaro: “Si invita pertanto il governo e le autorita' regionali, nonchè i soci Banca Intesa Sanpaolo e Ubibanca, unitamente a Milano Serravalle a fare tutto quanto in loro potere per garantire la copertura di 170 milioni necessari per mantenere il posto di lavoro a tante famiglie e il completamento delle opere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pedemontana, mancano i soldi e il cantiere si blocca

MonzaToday è in caricamento