Violenza sessuale su una bimba di sei anni: fermato a Monza il presunto pedofilo

Dopo la diffusione delle immagini riprese da alcune telecamere da parte della Questura, il presunto responsabile è stato fermato a Monza

Le immagini del presunto pedofilo diffuse dalla Questura

Presunto pedofilo fermato a Monza

E' stato fermato a Monza il presunto pedofilo, accusato di aver abusato di una bambina di sei anni nell'androne di un palazzo milanese, in zona Chinatown, lo scorso 11 settembre.

Martedì pomeriggio, dopo le numerose segnalazioni pervenute alla Questura di Milano che aveva deciso di mostrare le immagini del presunto responsabile della violenza sessuale sulla piccola, l'uomo, 40 anni, è stato fermato a Monza, dove risiede. Messo alle strette dalla sua foto che era stata diffusa dai media e sui social, il 40enne aveva tentato di modificare il suo aspetto facendosi crescere la barba ma la trovata non ha ingannato gli agenti della polizia di Stato che lo hanno raggiunto, fermato e portato in Questura, dove ha trascorso tutta la notte. In mattinata è poi arrivata la convalida del fermo di polizia giudiziaria per il reato di violenza sessuale.

Bimba violentata: chi è il presunto pedofilo 

L'uomo, che non ha confessato, ha circa quaranta anni ed è italiano. Nel suo passato c'è un solo precedente del 2013, quando era stato arrestato e processato per aver offerto soldi a ragazzini in cambio di sesso.  Per lui era poi arrivata la condanna del tribunale di Milano per tentata prostituzione minorile, atti osceni e corruzione di minorenne.  Lo scorso 11 settembre, proprio lui avrebbe abusato sessualmente di una bimba di soli sei anni in un condominio di via Bramante. 

Guarda il video | Presunto Pedofilo fermato a Monza

pedo-2

Il quarantenne, stando a quanto accertato dagli investigatori, avrebbe seguito la bimba in strada e avrebbe iniziato a parlarle. Quindi, una volta in via Bramante, l'avrebbe spinta nell'androne di un condominio e si sarebbe abbassato i pantaloni.  Le urla della bambina, terrorizzata, lo avevano convinto a desistere e lo avevano messo in fuga.  Proprio durante la fuga, però, il suo volto è stato ripreso da più di una telecamera e martedì la polizia ha deciso di diffondere quelle stesse immagini chiedendo a chiunque avesse informazioni di contattare gli agenti. Delle sei o sette segnalazioni arrivate in Questura, due sono state ritenute "credibili" e "approfondite".  Così, la fuga del presunto pedofilo è terminata. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento