Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Percorsi "Di-versi" nel Parco, quando la poesia sposa la natura

Sono stati allestiti nel Parco di Monza in occasione di Expo 2015 due itinerari culturali segnati da un percorso "di versi", con pannelli di poesie inedite sul tema, e uno di "Conoscenza" con informazioni sul complesso del Parco e della Reggia

Una passeggiata nel Parco a Monza non è soltanto un’esperienza che mette il visitatore a contatto con la Natura ma un percorso che stimola anche il cuore, la mente e la sensibilità di chi, oltre al cinguettio degli uccellini tra gli alberi, saprà lasciarsi affascinare anche dai versi di una poesia.

All’interno del Parco di Monza infatti in occasione di Expo 2015 il Consorzio Villa Reale e Parco di Monza, il Centro documentazione Residenze Reali lombarde, La Casa della Poesia di Monza e il Collegio di Monza degli Architetti e Ingegneri hanno dato vita a “Percorsi Diversi”.

Si tratta di due due differenti itinerari culturali che offrono attraverso una serie di pannelli espositivi situati nel verde una rassegna poetica con composizioni inedite sulle tematiche di Expo a cura de La Casa della Poesia e uno di approfondimento storico sul parco stesso. I Percorsi Di-versi sono stati curati da Antonetta Carrabs, Presidente de La Casa della Poesia di Monza, con la collaborazione di Diana Battagia de La Vita Felice Editore: si tratta di 30 pannelli espositivi, ognuno dei quali contiene il testo inedito di un poeta contemporaneo italiano sui temi EXPO.

Tra gli artisti che hanno dato il loro contributo all’iniziativa donando una poesia sono Sebastiano Aglieco, Lino Angiuli, Corrado Bagnoli, Cristina Balzaretti, Marco Bellini, Alessio Brandolini, Franco Buffoni, Luigi Cannillo, Anna Maria Carpi, Salvatore Contessini, Vittorino Curci, Roberto Deidier, Renzo Favaron, Annamaria Ferramosca, Stefano Guglielmin, Tomaso Kemeny, Giancarlo Majorino, Piero Marelli, Cinzia Marulli, Luciana Moretto, Guido Oldani, Rita Pacilio, Isabella Panfilo, Elio Pecora, Paolo Pezzaglia, Laura Ricci, Davide Rondoni, Luigia Sorrentino, Salvatore Sblando e Anna Toscano.

Il percorso di Conoscenza invece è stato ideato da Marina Rosa, Presidente del Centro documentazione Residenze Reali lombarde, con il coordinamento di Lucia Tenconi.

Nel Parco sono presenti 36 postazioni anticipate, alle porte, da pannelli indicativi del percorso generale che approfondiscono, con testi e didascalie in italiano ed inglese, la conoscenza delle due ville duriniane, delle numerose cascine distribuite nel Parco, del sistema di viali e rondò, dei ponti e delle acque, rogge Pelucca e Principe comprese. Si tratta di “un’iniziativa mirata a portare i numerosi fruitori, italiani e stranieri, del più grande parco cintato d’Europa ad apprenderne storia evolutiva, caratteristiche paesaggistiche, ambientali e architettoniche e, quindi, a meglio comprenderne l’intrinseca caratteristica di parco storico” spiega la nota di presentazione dell’iniziativa.

I testi sono stati scritti da Corrado Beretta, Giorgio Buizza, Emma Corselli, Laura Di Bella, Laura Lazzaroni, Francesca Milazzo, Paolo Paleari, Marina Rosa e Lucia Tenconi.

“PERCORSI DIVERSI, una pluralità di voci per EXPO 2015” resterà allestita nel Parco sino alla fine di ottobre 2015.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Percorsi "Di-versi" nel Parco, quando la poesia sposa la natura

MonzaToday è in caricamento