menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perde il portafoglio con lo stipendio, uno sconosciuto lo trova e glielo riconsegna

Protagonista una baby sitter monzese. A raccontare la vicenda la sua datrice di lavoro: l'assessore all'Urbanistica Martina Sassoli

Perde sull’autobus il portafoglio con lo stipendio di un mese di lavoro. Quei soldi erano già pronti per essere spediti alla famiglia che vive nelle Filippine. Ma, per fortuna, uno sconosciuto lo ritrova e la contatta rassicurandola della presenza dei soldi e dei documenti e mettendosi a disposizione per riconsegnarle il tutto il giorno stesso.

Disavventura a lieto fine quella capitata a una baby sitter che lavora a Monza. A raccontarla, direttamente sui social, è la sua datrice di lavoro: l’assessore all’Urbanistica Martina Sassoli. Una disavventura a lieto fine che la politica monzese ha deciso di condividere sulla sua pagina Facebook per trasmettere un messaggio  di ottimismo in questo momento tanto difficile.

La tata, che per l’assessore Sassoli è parte della famiglia visto che si prende cura del suo piccolo Pietro, ha trascorso ore di grande apprensione. Aver perso quel portafoglio con i documenti e i soldi da inviare alla sua famiglia l’ha fatta entrare in panico e nello sconforto. Poi, all’improvviso, dopo alcune ore dalla triste scoperta arriva la telefonata di un uomo che l’avvisa di aver recuperato il suo portafoglio e che glielo avrebbe restituito, dandosi appuntamento alla fermata della metropolitana a Piola.

“Questo episodio ci ha lasciati di stucco – scrive Martina Sassoli sui social -.  Perché siamo troppo abituati a essere sfiduciati? Perché non crediamo più nella buonafede, nell’esistenza delle persone di cuore? Perché nell’epoca del menefreghismo collettivo, la disponibilità del prossimo ci sembra un miraggio? Sì, probabilmente, per tutte queste motivazioni”.

Fortunatamente alla tata del piccolo Pietro è andata in modo diverso e quel portafoglio perso sull’autobus mentre andava al lavoro è stato recuperato da un cittadino onesto e di buona volontà che ha cercato di risalare al proprietario. Che ha così potuto inviare quei soldi tanto attesi dai suoi cari che vivono dall'altra parte del mondo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il supermercato alle porte della Brianza dove 'si fa la spesa gratis'

Coronavirus

Per la Lombardia sarà l'ultima settimana in zona arancione?

social

Besana Brianza, in coda per il vaccino c'è Maurizio Vandelli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Come funziona la truffa del pacco (e come difendersi)

  • Economia

    Validità e regole per il bonus vacanze 2021

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento