Lorenzo si trasforma in personal shopper virtuale: le spese si fanno con le videochiamate

Lorenzo Cattani a capo dello storico negozio di famiglia di Monza per superare questa seconda chiusura si trasforma in personal shopper. Il cliente fissa un appuntamento telefonico, poi Lorenzo mostra i prodotti che verranno consegnati a domicilio

Se il cittadino non può andare fisicamente in negozio arriva il personal shopper virtuale che dal negozio mostra in videochiamata o con le foto inviate attraverso WhatsApp l’intimo, le calze, il pigiama o il profumo preferito da recapitare a casa.

Anche in questo secondo lockdown Lorenzo Cattani si affida alla tecnologia per portare avanti il negozio di famiglia di Monza che quest’anno spegne la cinquantesima candelina. Lorenzo si trasforma in personal shopper dando consigli e offrendo consulenza gratuita dalla rete, affidandosi a videochiamate o inviando le foto dei prodotti richiesti su WhatsApp.

“Sono il figlio di Gianna Vezzoli che con mio papà ha inaugurato l’attività di famiglia nel 1970 – spiega Lorenzo in un video postato sui social -. A me spetta l’onore di portare avanti il negozio, sia per miei genitori sia per i clienti che in questi anni hanno creduto nel nostro progetto”.
Ma in questo momento non è facile: la gente non esce di casa, la paura è tanta, ma anche il portafogli è sempre più vuoto e gli acquisti parsimoniosi. Durante la prima chiusura Lorenzo si era trasformato in una sorta di Amazon di quartiere e fu uno tra i primi ad attivare la consegna a domicilio. Adesso diventa anche personal shopper virtuale.

Il  cliente richiede un appuntamento per una visita virtuale del negozio e dei prodotti, sotto la guida del giovane Cattani. “La visita virtuale avverrà nell’ora scelta dal cliente - prosegue –. Durante la videochiamata mostro i prodotti richiesti che ho in negozio o altri che potrebbero interessargli: taglie, colori, modelli dai pigiami alle tute, dai capi di biancheria intima ai profumi. Se il cliente trova qualche prodotto interessante fissiamo la data di consegna. Un nostro addetto, adeguatamente bardato, gli porterà a casa quanto scelto e se i prodotti lo soddisferanno pagherà direttamente o in contanti o con la carta di credito”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento