Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Pesca da record per un ingegnere di Usmate Velate

Maurizio Frontini, ingegnere di Usmate Velate a Capo Verde ha pescato un marlin di 230 chili dopo una faticosa lotta per avere la meglio sul pesce

Preda da record per Maurizio Frontini, ingegnere di Usmate Velate: un marlin di 230 chili.L’uomo lo ha pescato a Capo Verde dove ad agosto si trovava in vacanza con la famiglia, nelle acque di fronte a Tarrafal. E’ stata una sorpresa inaspettata, un’occasione che un vero pescatore appassionato d’altura come Maurizio, non si è lasciato scappare. Anche se l’attrezzatura era inadatta, ha raccontato, e i pronostici auspicavano un bottino meno ambito hanno impiegato tutte le forze e le energie nell’impresa. Una faticosa lotta durata più di mezz’ora perché il pesce che non si rassegnava a farsi catturare alla fine ha dovuto cedere. Per sollevare sulla barca i 230 chili del marlin sono servite le braccia di tre uomini e una volta disteso sull’imbarcazione il pesce la occupava quasi tutta con i suoi tre metri e mezzo di lunghezza. Una vittoria che ha avuto però anche qualche attimo di panico.“Non eravamo preparati per una pesca di queste proporzioni e a un certo punto abbiamo temuto che potesse rovesciarci in mare” ha ricordato Maurizio.Un insolito souvenir da Capo Verde per l’ingegner Frotini il cui ricordo resterà sicuramente a lungo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca da record per un ingegnere di Usmate Velate

MonzaToday è in caricamento