menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pessano: arrestato barista per minacce aggravate ed armi

Nel retrobottega di una caffetteria ritrovato un vero e proprio arsenale. L'uomo trasferito a San Vittore.

Fine settimana cominciato male e terminato peggio per un sessantenne pessanese.  L'uomo, L.F. , classe 1962, pregiudicato e titolare di una caffetteria in piazza Orsa Maggiore, è stato infatti tratto in arresto con l'accusa di minacce aggravate.

Secondo la ricostruzione operata dai carabinieri della stazione di Carugate ha dato in escandescenze per futili motivi contro uno degli avventori del locale, D.A., venticinquenne rumeno, nullafacente e pregiudicato. A scatenare l'alterco sarebbe stata la somma di denaro derivata da una vincita alle slot machine. Qualche parola di troppo e la situazione è rapidamente degenerata. A questo punto l'esercente è passato direttamente alle maniere forti, minacciando lo straniero prima con un coltello, quindi con una pistola. E' stato necessario l'intervento delle forze dell'ordine per riportare la calma.


Al loro arrivo, i militari hanno immediatamente hanno immediatamente tratto in arresto l'italiano. Durante la perquisizione di rito del locale i carabinieri  hanno rinvenuto un vero e proprio arsenale celato nel retrobottega. Un fucile col colpo in canna e matricola parzialmente abrasa, una pistola calibro 8 priva di matricola e due coltelli in acciaio con lama di 17 cm. Ai capi d'accusa a questo punto si è sommata la detenzione illegale di armi. L'uomo è stato trasferito nel carcere di San Vittore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Scuola

    Come sarà la maturità 2021? Tutte le risposte

  • social

    Festa del Gatto, dove adottare un felino a Monza

Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento