Petardi e fuochi d'artificio vietati a Lissone

La decisione per tutelare la salute di persone e animali. Multe fino a 500 euro

Petardi e fuochi d'artificio vietati a Lissone. Per tutelare il diritto di tutti alla salute e alla tranquillità, prevenendo comportamenti che possano arrecare danni o determinare disagio a persone e animali, il sindaco di Lissone, Concettina Monguzzi, ha firmato l'ordinanza con cui si vieta l’utilizzo di petardi e artifizi pirotecnici sul territorio comunale fino al 7 gennaio 2018.

Per tutto il periodo, è quindi vietato far esplodere e accendere petardi e fuochi d’artificio in luoghi coperti e scoperti, pubblici o privati, ed in particolare in tutte le vie, piazza e aree pubbliche che prevedano il transito o il passaggio di persone. Unica eccezione prevista per gli artifizi pirotecnici di categoria 1EU V cat. E-D (ex libera vendita) che potranno essere esplosi seppur a debita distanza da persone anziane e da animali.

È invece sempre proibito l’utilizzo di materiale in prossimità di scuole, ospedali o luoghi di culto. Nel caso in cui si manifesti la chiara intenzione di spaventare gli animali con materiale esplodente, si configurerà il reato previsto dal Codice penale come “Maltrattamento di Animali”, con applicazione delle procedure previste.

Il provvedimento mira infatti alla tutela degli animali domestici, più sensibili al rumore, fattore che a seguito di forte spavento può esporli al rischio di perdere l’orientamento e di smarrirsi. “Attraverso l’ordinanza, mi auguro che i cittadini possano mettere in atto un utilizzo limitato e consapevole dei fuochi artificiali, anche di quelli consentiti sul territorio – sottolinea il sindaco Concettina Monguzzi – questo comportamento sarebbe un importante messaggio di civiltà e di rispetto verso gli animali, oltre che di rispetto dell’ambiente a tutela anche dell’incolumità stessa delle persone”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La violazione dell’ordinanza comporta una sanzione compresa fra 25 e 500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Parcheggia l'auto e va al cinema, due ore dopo la trova "sventrata" e senza volante

  • Gita da Monza, una giornata a bordo del Treno del Foliage per vivere la magia dell'autunno

  • Milano, va a trovare il papà in ospedale ma trova il letto vuoto: "Suo padre è morto da ieri"

  • Coronavirus, boom di casi a Monza e Brianza (+180): nuovi ricoveri al San Gerardo

  • La "gardella hash", la nuova potentissima droga sequestrata a Monza

  • Maxi blitz della polizia ai giardinetti e un elicottero in volo sopra Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento