rotate-mobile
Cronaca Lissone

"Giù le mani dal pratone: salviamo il verde e la tranquillità di chi frequenta il parco"

Una petizione on line quella promossa da alcuni lissonesi

"Giù le mani dal pratone". A chiederlo sono alcuni cittadini di Lissone che hanno organizzato una petizione on line per scongiurare la realizzazione del progetto di riqualificazione di quell'area del pratone (tra le vie San Giorgio, don Bernasconi e Coppi) con un importante finanziamento che porterebbe anche alla realizzazione di un campo da calcio. 

Il progetto, da come si legge sulla petizione, prevede "prevede la copertura/cementificazione di prezioso suolo vergine per la realizzazione di una pista ciclabile di 500 metri, un campo da calcio, il posizionamento di 10 sedute e la realizzazione di un’area pavimentata e attrezzata, l’abbattimento di numerosi alberi pluridecennali. Lissone è già la quarta città più edificata d’Italia (fonte ISPRA), vogliamo arrivare direttamente al primo posto?". 

I promotori della raccolta firme non solo temono ulteriore cementificazione, ma anche il possibile arrivo di micro criminalità. "C’è la possibilità che degeneri e diventi una zona di spaccio e di ritrovo di brutte compagnie che metterebbero a rischio i cittadini di Lissone", spiegano. I detrattori criticano anche la piantumazione di 100 alberi "a compensazione" della costruzione di una palazzina. 

"Peccato che per la costruzione e la pista ciclabile ne verranno tagliati altri, tra cui quelli pluridecennali piantati per i bambini nati di Lissone e altri facenti parte della specie di paulownia tomentosa, castagni e altri, che hanno la capacità di assorbire molte sostanze inquinanti per l’ambiente". concludono i promotori. A pochi giorni dall'avvio della petizione l'hanno sottoscritta quasi 200 persone. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Giù le mani dal pratone: salviamo il verde e la tranquillità di chi frequenta il parco"

MonzaToday è in caricamento