Biassono, ricorso contro il Pgt: "No alla speculazione edilizia"

La civica Lista per Biassono contesta i calcoli "sbagliati" che porteranno a rendere edificabile un'area "apparentemente di soli 32mila mq, ma di fatto superiore ai 400mila mq, uno scempio che porterà il consumo di territorio nel Comune di Biassono sopra all'80%"

Da sx, Alberto Caspani, Emanuela Beacco e Michele Memola

BIASSONO - Ricorso contro il Pgt Malegori. Lo ha presentato Lista per Biassono con l'aiuto dell'avvocato Emanuela Beacco e di Legambiente. "Non abbiamo ricevuto alcun sostegno dal Partito Democratico, nonostante si fossero dichiarati a favore dell'iniziativa" attacca il capogruppo Alberto Caspani nel corso dell'incontro informativo tenuto nei giorni scorsi. Un atteggiamento " che ci ha molto sorpresi perché - al di là del gravoso impegno di reperire i fondi per sostenere le spese legali, lo stesso PD aveva spalleggiato le nostre iniziative di contestazione al Pgt Malegori in consiglio comunale: il ricorso è stato un buon banco di prova per dimostrare chi sa spendere solo parole e chi punta ai fatti". 

SPECULAZIONE  - Nello specifico, la civica contesta i calcoli - definiti  "sbagliati" -   che porteranno a rendere edificabile un'area "apparentemente di soli 32mila mq, ma di fatto superiore ai 400mila m. Uno scempio che porterà il consumo di territorio nel Comune di Biassono sopra all'80%". La conseguenza più visibile? La cancellazione della zona di confine del paese con Lissone. "I terreni saranno resi edificabili sia in termini residenziali che industriali sfruttando la covalenza del Ptcp di Monza e Milano".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma nel ricorso i cittadini chiedono anche di resistere alle spinte speculative che premono per l'abbattimento della scuola elementare S.Andrea (sulla quale la civica ha depositato una richiesta di vincolo alla Soprintendenza con il supporto di circa 600 firme) e di non rendere edificabili i terreni verdi a ridosso del Parco di Monza in zona San Giorgio. "Il ricorso rappresenta la nostra ultima possibilità per evitare di dare in pasto Biassono alla speculazione edilizia" chiosano gli esponenti della civica "per questo rinnoviamo l'invito a tutti i cittadini a supportarci nella battaglia". Lista per Biassono incontra i cittadini ogni sabato mattina, dalle ore 11, presso Villa Monguzzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nasce il Marketplace di Seregno, la risposta dei negozianti seregnesi alle vendite online

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Sono positivo e sintomatico/asintomatico: regole per la quarantena in Lombardia

  • Lissone, dramma in azienda: 53enne muore schiacciato da rullo compressore

  • Lissone, infortunio sul lavoro in azienda: morto un uomo

  • Coronavirus, impennata di contagi in un giorno in Brianza: i numeri a Monza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento