Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Seveso

Un parco di marijuana nel Bosco delle Querce

Scoperto dai carabinieri il «serbatoio» di marijuana che riforniva la Brianza Nord: nel terreno c'erano quasi quattrocento piante

Un «bosco nel bosco»: 380 piante di marijuana, 98 delle quali erano alte due metri. A scoprirlo sono stati martedì mattina i carabinieri di Seregno. A suscitare clamore è il luogo dove la mega piantagione è stata trovata: il Bosco delle Querce. Proprio il parco nato dove un tempo c’era l’Icmesa di Seveso. Nella zona più inquinata della diossina. Nel sottosuolo del parco si trovano due vasche di cemento armato dove è stato chiuso per sempre il terreno inquinato.

Scoperta una piantagione di marijuana nel Bosco delle Querce

La vasta piantagione era davvero fiorente e – secondo le forze dell’ordine – era il «serbatoio» di marijuana che riforniva la Brianza Nord. Le foglie erano mature per essere raccolte e trasformate in panetti di droga. Ad avvisare i carabinieri è stata la segnalazione di un frequentatore del parco.

l'area coltivata era distesa su tre terrazze. Nella prima, c’erano le piante più alte: un centinaio. Nella seconda, c’erano altre 80 piante alte tra un metro e un metro e mezzo. Infine, nell’ultima, sono stati trovati 30 vasi pieni di germogli. Quasi impossibile scoprire la piantagione, pur tanto vasta: era necessario oltrepassare il torrente Tarò, e poi percorrere due distese di prati. Per individuarla, i carabinieri si sono serviti di un elicottero e di una serie di perlustrazioni dall’alto nell’ambito di servizi mirati del comando provinciale di Milano contro lo spaccio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un parco di marijuana nel Bosco delle Querce

MonzaToday è in caricamento