menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da archivio

Foto da archivio

Prende a pugni senza motivo la compagna e le rompe il naso: arrestato 60enne a Vimercate

La donna ha raccontato ai carabinieri di anni di violenze e aggressioni che non aveva mai avuto il coraggio di denunciare

Ha preso a pugni la compagna perdendo il controllo, per motivi banali, tra le mura di casa. Botte che hanno colpito ripetutamente la donna, 60 anni, nigeriana, al volto e sul corpo facendola finire in ospedale con una prognosi di venti giorni per una contusione cranio facciale e frattura alle ossa nasali, contusioni toracico e addominali. Nell'abitazione, oltre ai sanitari del 118 che hanno trasferito la vittima all'ospedale di Vimercate, sono intervenuti anche i carabinieri che hanno fatto scattare le manette per l'uomo, italiano, sessant'anni, pensionato.

La donna ha raccontato ai militari l'incubo che era stata costretta a vivere fin dal 2009: per anni l'uomo aveva continuato a insultarla pesantemente e offenderla anche con parole a sfondo razzista. In una occasione, rincasando completamente ubriaco, l'aveva bloccata tenendole le mani intorno al collo e presa a pugni fino a farle perdere conoscenza. La violenza era esplosa nuovamente poco tempo dopo quando il compagno l'aveva offesa ripetutamente e riempita di calci e pugni su tutto il corpo. Tutte e due le volte la donna, ferita, si era presentata al Pronto Soccorso ma non aveva mai avuto il coraggio di denunciare chi fosse l'autore delle lesioni.

Per paura molte altre volte poi si era medicata da sola le ferite nonostante le botte ricevute avrebbero richiesto l'ausilio di personale medico. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cinque cose insolite da vedere in Brianza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento