Meda, picchia l'anziana madre per i soldi: disoccupato in manette

A denunciare il trentottenne è stata proprio la madre, da tempo vittima delle richieste e della violenza del figlio

Per mesi aveva sopportato tutto in silenzio. Aveva rinunciato a parte della sua pensione per aiutare quel figlio disoccupato che per i soldi la picchiava e insultava. La scorsa notte, però, ha detto basta. Ha telefonato ai carabinieri e ha chiesto aiuto, facendo arrestare suo figlio.  

In manette è finito un uomo di trentotto anni, disoccupato e residente a Meda. Per lui le accuse sono di tentata estorsione, lesioni e minacce. 

Dopo l'ultima aggressione, la scorsa notte l'anziana ha chiamato i carabinieri per denunciare suo figlio e raccontare l'inferno che quotidianamente era costretta a subire. Da quando la donna aveva cominciato a non dargli più soldi, il trentottenne era infatti diventato violento e aggressivo. 

Per lui, domenica notte sono scattate le manette. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento