Durante una lite in casa dà un pugno in testa alla madre e la manda in ospedale

L'arresto a Brugherio

Non era la prima volta che aveva atteggiamenti violenti e alzava le mani in famiglia nei confronti dei suoi genitori. Dopo aver riportato qualche tempo fa una condanna a due anni con pena sospesa per aver picchiato la madre e il padre durante una lite degenerata tra le mura domestiche per un uomo di 33 anni, italiano, a Brugherio adesso si sono aperte le porte del carcere. 

Il 33enne, disoccupato, con un carattere violento, lo ha fatto di nuovo tra domenica e lunedì quando in seguito all'ennesimo dissidio nell'abitazione di famiglia sono dovuti intervenire i carabinieri e i soccorsi del 118. L'uomo ha colpito alla testa la madre con un violento pugno rendendo necessario l'intervento di un'ambulanza che l'ha trasportata in ospedale.

Per lui è scattato l'arresto per maltrattamenti in famiglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • "Vogliamo chiedere scusa a chi involontariamente ha investito il nostro gatto"

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • Dal sogno reale alle bollette non pagate: favola senza lieto fine per la Reggia di Monza

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

Torna su
MonzaToday è in caricamento