Botte alla moglie per gelosia: arrestato

Non era la prima volta che le alzava le mani: a chiamare i carabinieri sono stati i vicini

I carabinieri lo hanno arrestato

Non lo aveva mai denunciato ma sopportava da tempo le sue botte: forse, in cuor suo, sperava ancora che ogni volta fosse l’ultima.

Lunedì sera però, intorno alle 21, quando il marito, un 34enne brianzolo, le ha alzato le mani nella casa dove abitavano a Lissone i vicini di casa, udendo le grida della donna, hanno allertato i carabinieri.

Sul posto si sono precipitati gli uomini delle forze dell’ordine e i soccorsi che hanno trasportato la vittima, 31 anni, in ospedale a Desio.

Il marito l’ha aggredita con schiaffi, calci e pugni in un litigio sorto per questioni di gelosia.

Il pensiero che la moglie avesse relazioni con altri uomini lo ha mandato su tutte le furie.

L’arrivo dei carabinieri non ha calmato la situazione ma, alla vista delle divise, l’uomo si è agitato ulteriormente e ha aggredito anche le forze dell’ordine che lo hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento