Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Seregno

Ferisce la moglie con una lametta e la minaccia con un manico di scopa: arrestato

Un altro triste episodio di maltrattamenti in famiglia in Brianza. Un uomo è finito in manette a Seregno

La paura della violenza, una ferita sanguinante al braccio sinistro, dieci punti di sutura e dodici giorni di prognosi. Si è conclusa così la brutta avventura di una donna senegalese di 38 anni a Seregno la scorsa notte quando, durante l'ennesima lite scoppiata tra le mura domestiche, il marito ha esploso contro di lei una rabbia inspiegabile aggressiva e violenta. 

Poco dopo la mezzanotte i vicini, spaventati per le grida che sentivano provenire dall'abitazione dei due coniugi, hanno deciso di lanciare l'allarme al 112. I carabinieri di Seregno sono accorsi sul posto e hanno visto dalle finestre l'uomo brandire il manico spezzato di una scopa e inseguire la compagna per tutta l'abitazione. I militari sono intervenuti nella casa e lo hanno disarmato: nonostante la presenza degli uomini dell'Arma il senegalese violento ha continuato a minacciare di morte la compagna a cui aveva anche procurato una ferita al braccio sinistro con una lametta. Le violenze, ha raccontato la vittima che è stata soccorsa e medicata all'ospedale di Desio, erano iniziate nel 2013 e non erano mai state denunciate.

La situazione in casa poi si era fatta più tesa a fine anno quando la donna, una lavoratrice instancabile, aveva perso il lavoro e non era più riuscita a trovarne un altro. Di diversa indole invece il marito, un violento dedito a piccoli reati e giù noto alle forze dell'ordine per l'accoltellamento di un fratello. Il senegalese adesso si trova i carcere a Monza per rispondere dei reati di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferisce la moglie con una lametta e la minaccia con un manico di scopa: arrestato

MonzaToday è in caricamento