Moria di uccelli a Caponago: "Prodotti tossici usati in agricoltura"

I riscontri delle analisi eseguite dal servizio veterinario dell'ATS

La causa della moria di uccelli a cui da qualche tempo si assiste a Caponago, nella frazione Cascina Seregna, sarebbe imputabile a una massiccia ingestione di prodotti tossici usati in agricoltura. Questo il referto degli esami autoptici eseguiti dal servizio veterinario dell'ATS (ex ASL) e consegnato nelle mani del sindaco di Caponago.

“Il motivo per il quale gli animali abbiano avuto a disposizione una tale concentrazione di sostanza velenosa, se il fatto sia quindi incidentale o voluto, sarà oggetto di indagini e di eventuale denuncia” spiegano dall’Enpa che per primo aveva segnalato l’anomala moria lo scorso 11 giugno.

Venuta a conoscenza dei fatti segnalati da ENPA, la LEIDAA (Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente) ha presentato autonomamente una denuncia contro ignoti alla Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento