rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
emergenza carceri

"Il carcere è al collasso: intervenga il comune"

L'appello del consigliere Paolo Piffer dopo l'ennesima aggressione a Sanquirico

Emergenza carcere a Monza. Dopo l'ennesima aggressione dei giorni scorsi che ha visto un agente della polizia penitenziaria dover ricorrere alle cure dei medici del pronto soccorso, il consigliere comunale Paolo Piffer (Civicamente) sollecita il sindaco Paolo Pilotto e gli assessori a intervenire. In fretta. Abbracciando così l'allarme lanciato dai sindacati che da tempi chiedono interventi concreti per la casa circondariale di Monza. 

"Un carcere efficiente deve garantire diritti ai detenuti, tutelare gli agenti e gli operatori che ci lavorano (educatori, psicologi, medici...) - spiega il consigliere di Civicamente -. Serve una riforma seria. Servono risorse da investire nelle strutture e  nella formazione del personale. La casa circondariale di Sanquirico si trova a Monza e l’amministrazione non può continuare a snobbarla fingendo che non sia un problema suo. Il carcere è parte integrante della città".

Piffer, da sempre molto sensibile alla tematica delle carceri, passa quindi la palla al sindaco Paolo Pilotto invitandolo a intervenire il prima possibile. "Ormai il sindaco è stato eletto e gli assessori nominati, mi auguro che si prendano subito provvedimenti perché siamo nel pieno di una emergenza - aggiunge -.  Che fine ha fatto il garante dei detenuti? Sono anni che chiedo una commissione straordinaria sul tema del carcere, lo so che ormai siamo entrati nella fase “ne riparliamo a settembre”, ma a Sanquirico ci sono centinaia di persone tra agenti, operatori, volontari e detenuti  che aspettano risposte e soprattutto soluzioni. Forse si potrebbe fare qualcosa prima di andare in vacanza. Noi ci siamo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il carcere è al collasso: intervenga il comune"

MonzaToday è in caricamento