menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine repertorio

Immagine repertorio

Pusher picchia un carabiniere e lo manda all'ospedale: arrestato fuori dal parco

È sucesso alla tenuta Trenzanesio di Pioltello, nei guai un marocchino di 32 anni

Aveva in tasca oltre 200 euro di droga, doveva scontare due anni di carcere e stava scappando dai carabinieri. Quando un militare ha tentato di fermarlo lo ha aggredito. Risultato? Per il pusher le manette, per il militare dell'Arma una ferita alla testa e 10 giorni di prognosi. È successo nel pomeriggio di lunedì 9 aprile a Pioltello, nei guai un cittadino marocchino di 32 anni, accusato di detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Tutto è iniziato durante "un servizio di osservazione teso al contrasto dello spaccio nella tenuta di Trenzanesio", si legge in una nota diramata dai carabinieri della compagnia di Cassano d'Adda. Quando i militari hanno tentato di fermarlo è nata una violenta colluttazione nella quale un carabiniere è rimasto ferito alla testa. Il pusher è stato perquisito e addosso gli sono stati trovati 8 grammi tra eroina e cocaina, oltre a 65 euro che per i militari sono "frutto della sua attività illecita".

Non solo: durante l'identificazione in caserma è emerso che sulla testa del 32enne pendeva un provvedimento di "esecuzione pene concorrenti" per la condanna a 2 anni e 2 mesi di reclusione per reati commessi tra le province di Milano e Cremona tra il 2013 e il 15. Nella mattinata di martedì 10 aprile è stato giudicato per direttissima dal tribunale di Milano e ristretto nella casa circondariale di San Vittore dove

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento