Cronaca

Ubriaco fradicio, travolge un ragazzino in moto e scappa: "pirata" ai domiciliari

L'incidente era accaduto a Desio nella notte tra venerdì 16 e sabato 17 novembre

Arresti domiciliari per il 32enne di Desio che sabato 17 novembre – ubriaco e alla guida di un’auto sportiva - si è scontrato con un 17enne in moto ferendolo in modo grave fino a ridurlo in fin di vita. Il provvedimento è stato firmato dal Gip del Tribunale di Monza. Si aggrava la posizione dell’automobilista che non si era fermato a prestare soccorso, ma poi era tornato sul luogo dell’incidente, forse per il tentativo di fare sparire il paraurti, un fanale e pezzi della sua auto rimasti sull’asfalto. 

L’uomo aveva un tasso alcolemico sei volte superiore a quello legale. Inoltre, secondo quanto trapelato, sembra che l'uomo andasse ben oltre il limite di 50 chilometri orari. Un incidente drammatico, con il motociclista e i pezzi di auto finiti a dieci metri di distanza dal luogo dello scontro. Le accuse per il 32enne sono di lesioni, omissione di soccorso e guida in stato di ebbrezza. Restano gravi anche le condizioni del 17enne: in terapia intensiva all’ospedale San Gerardo, ancora in pericolo di vita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco fradicio, travolge un ragazzino in moto e scappa: "pirata" ai domiciliari

MonzaToday è in caricamento