Investe un bimbo e scappa: il "pirata" rintracciato dalla Polizia Locale

L'incidente era avvenuto a Monza in via De Gradi lo scorso 26 febbraio. Le immagini riprese dalle telecamere hanno consentito di rintracciare il responsabile

Il momento dello scontro

"Sono sceso a vedere che cosa fosse successo e subito dopo sono risalito in auto per spostare la macchina perchè era in mezzo alla strada e non per scappare". 

Questo il senso delle parole dette agli agenti della Polizia Locale di Monza dall'uomo che lo scorso venerdì 26 febbraio in via De Gradi a bordo della sua Golf station wagon grigia ha investito un bambino di quattro anni mentre attraversava sulle strisce pedonali e poi si è allontanato senza lasciare i suoi dati e senza aiutare la mamma del piccolo, spaventatissima, che gli aveva chiesto di accompagnarli al Pronto Soccorso.

A chiarire che cosa sia davvero accaduto però sono state le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza di alcuni esercizi commerciali situati nei pressi del luogo del sinistro, all'incrocio tra la via De Gradi e via Vittorio Emanuele. Nei fotogrammi si nota chiaramente il bambino sfuggire al controllo della madre, attraversare la strada e trovare di fronte a sè l'auto del "pirata" che non è riuscito a frenare in tempo. Dopo lo scontro dalla vettura si notano scendere un uomo, il conducente, M.G., 76enne, residente a Sesto San Giovanni, e sua moglie. Mentre la donna resta in strada, il marito risale a bordo della vettura e si allontana. La signora per qualche tempo rimane lì, poi, approfitta dell'agitazione generale per raggiungere poco più in là il marito e si allontana senza sincerarsi delle condizioni del piccolo o lasciare i propri dati. La donna ha poi spiegato agli agenti di aver perso di vista il bambino, che nel frattempo era stato portato all'interno di un vicino istituto bancario dove gli era stato fornito un primo soccorso, e di essersi così allontanata pensando che la situazione si fosse risolta. 

Dopo un minuzioso lavoro di indagine condotto dalla Polizia Locale, gli agenti sono riusciti a risalire attraverso i fotogrammi al modello della vettura e alla targa, rintracciando il presunto "pirata della strada". Dopo una prima visita nella sua abitazione di Sesto San Giovanni dove gli agenti non hanno trovato nessuno, è stato lo stesso pensionato a presentarsi spontaneamente al comando di via Marsala, rispondendo all'appello lanciato dalla Polizia Locale e diffuso anche dal nostro quotidiano. 

Nonostante l'uomo abbia spiegato le sue ragioni agli agenti e si sia scusato per il comportamento, nei suoi confronti potrebbe profilarsi l'ipotesi di reato di omissione di soccorso. Il conducente non solo ha infatti ignorato la richiesta della madre del piccolo investito di accompagnarli al Pronto Soccorso ma non ha nemmeno lasciato i propri dati. Fortunatamente il bambino, a parte il brutto spavento, non ha riportato gravi conseguenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento